Bray sul rilancio di Pompei: "Non sarà affidato a un politico" | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Bray sul rilancio di Pompei: "Non sarà affidato a un politico"
Notizie | Si può fare, cronache da un paese migliore

Bray sul rilancio di Pompei: "Non sarà affidato a un politico"

di Alessio Maurizi

Audiostrip:
  • Si può fare Bray sul rilancio di Pompei: "Non sarà affidato a un politico"
    Rating:

A quasi un mese dalla conversione in legge del decreto cultura (avvenuta il 7 ottobre, ndr), il ministro dei beni culturali Massimo Bray a "Si può fare" annuncia: "Tra pochi giorni procederemo alla nomina del direttore generale di Pompei che sarà il segno di avvio di un grande progetto di lavoro. Pompei non è solo un parco archeologico tra i più belli del mondo ma anche la sfida per l'Italia: trasformare questo posto in un luogo d'eccellenza del nostro Paese". Non sarà quella l'unica nomina da fare, infatti, aggiunge Bray, "daremo vita a una squadra di lavoro con un gruppo di 20 ricercatori e anche con la nomina di un sovrintendente per gli scavi archeologici di Pompei". Ma qual è l'identikit del nuovo direttore generale, la figura più attesa perché dovrà gestire il rilancio dell'area del parco in chiave turistica? "Il nuovo direttore generale - spiega Bray - dovrà essere una figura che conosce bene il valore del patrimonio storico artistico e che sa coordinare. E' anche un segno importante far capire che questo ministero che gestisce un patrimonio di assoluto livello è in grado di esprimere un personale in grado di difendere". Le nomine saranno fatte in accordo con il presidente del consiglio Letta con il quale, chiarisce Bray, non c'è stata alcuna polemica: "Con Letta abbiamo avuto un confronto e siamo tutti e due consapevoli che non possiamo sbagliare la scelta, per questo stiamo valutando i curricula di possibili candidati e concordiamo che la scelta dovrà cadere su chi meglio di tutti saprà coordinare il progetto Pompei ma, soprattutto, saprà capire e rispettare il grande valore del parco".

Guarda ultime puntate
Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Le ultime puntate

Scarica i podcast più recenti