Almalaurea. Dionigi: "Esportiamo laureati, importiamo badanti" | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Almalaurea. Dionigi: "Esportiamo laureati, importiamo badanti"
Notizie | GR24

Almalaurea. Dionigi: "Esportiamo laureati, importiamo badanti"

di Maria Piera Ceci

Più lavoro con la laurea, ma gli stipendi restano bassi. E molti dei nostri giovani scelgono di andare all'estero. E' la sintesi del Rapporto Profilo e condizione occupazionale dei laureati, del Consorzio Interuniversitario Almalaurea.
Chi si laurea in medicina e in ingegneria ha più opportunità di trovare un'occupazione, rispetto a chi sceglie gli ambiti psicologico, giuridico e geo-biologico. Ci sono più immatricolazioni e più occupazione, ma resta un forte divario tra Nord e Sud del Paese ed e' forte il problema delle retribuzioni, tra le più basse dei Paesi Ocse".
"C'è un incremento delle immatricolazioni da un triennio a questa parte, anche se dobbiamo recuperare ancora 50mila matricole" - dice Ivano Dionigi, presidente di Almalaurea. "C'è più lavoro, il 3 per cento in più sia per i laureati di primo livello che di secondo livello, ma dobbiamo recuperare 17 punti dall'epoca pre-crisi. E poi c'è più lavoro, ma quale lavoro? Aumentano i contratti a tempo determinato e diminuiscono quelli a tempo indeterminato. C'è più retribuzione, ma i ragazzi guadagnano lo stesso rispetto a cinque anni fa, quindi le retribuzioni sono ferme al palo. La efficacia della laurea è relativa: i ragazzi dichiarano fra il 50 e il 55 per cento che fanno un lavoro corrispondente al loro titolo di laurea. E molti se ne vanno all'estero perché guadagnano di più, il 65 per cento in più che in Italia. Continua la storia: esportiamo laureati, il 6 per cento vanno all'estero perché non trovano lavoro e perché vengono pagati meglio. Esportiamo cervelli, laureati, capitale umano ed importiamo badanti".
Il presidente di Almalaurea Dionigi traccia la strada per uscire dall'impasse.
"E' fondamentale l'orientamento per evitare la dispersione scolastica e per fare sì che i ragazzi scelgano il titolo di studi per cui sono attrezzati e con cui trovano lavoro. Ancora per la scelta decide il contesto socio-culturale delle famiglie. Siamo un paese parzialmente medioevale. Importante dunque l'orientamento e che tre attori convergano: l'università per la qualità dei corsi, la politica che deve creare lavoro e le aziende che devono assumere laureati e pagarli bene".

Rating:
Rating:

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Le ultime puntate

Scarica i podcast più recenti