Porcellum: la parola alla Consulta. La "ribellione personale" di Aldo Bozzi

17/05/2013 ore 14.42

Mentre la politica arranca nell'ennesimo confronto sulla riforma della legge elettorale, spetterà alla Consulta pronunciarsi sul cosiddetto "Porcellum"....

Mentre la politica arranca nell'ennesimo confronto sulla riforma della legge elettorale, spetterà alla Consulta pronunciarsi sul cosiddetto "Porcellum". La Cassazione ha infatti rinviato alla Corte Costituzionale il ricorso presentato contro la norma da Aldo Bozzi, avvocato, nipote dell'omonimo esponente del Partito Liberale, uno dei protagonisti della Resistenza, che fu presidente della prima Bicamerale per le riforme del 1985. "La mia è una ribellione personale", spiega Aldo Bozzi. Si dicono scettici, però, i costituzionalisti. "E' probabile che il ricorso si fermerà lì - sottolinea Enzo Balboni, docente di diritto costituzionale all'Università Cattolica - ma il messaggio chiaro al legislatore resta". Marialuisa Pezzali

Porcellum: la parola alla Consulta. La "ribellione personale" di Aldo Bozzi

Aldo Bozzi: "La mia è una ribellione personale".











Enzo Balboni, docente di diritto costituzionale all'Università Cattolica: "E' probabile che il ricorso si fermerà lì"

Enzo Balboni, docente di diritto costituzionale all'Università Cattolica: "E' probabile che il ricorso si fermerà lì.

In evidenza